Che lo sforzo sia con me! (il mio primo giorno di scuola, di nuovo)

(23 Ottobre 2014, dal vecchio blog)

Nelle ultime settimane ho messo a dura prova il mio corpo martoriato da tuttelecosechesappiamogià e da questi simpatici sbalzi di temperatura svegliandomi molto presto la mattina e facendomi boh…centocinquanta? Centocinquanta chilometri al giorno. Cioè trecento in tutto.

Il risultato è che rotolo. No, non nel senso che sono ingrassata.

Nel senso che prendo e cado.

Mi piacerebbe smettere, grazie.

In generale c’è però da dire che frequentare l’università è bellissimo, imparare è bellissimo, e che anche se sono vecchissima rispetto ai miei colleghi e quindi mi sento un po’ la sfigata della classe (ma non dovrei essere quella popolare?) e di conseguenza l’unica ad avere una considerazione dei professori non come i giganti dinosauri da cui stare distanti bensì come individui fighi e colti da cui estrapolare conoscenze…non me la sto cavando male. Credo.

A volte mi sento la secchiona che vuole parlare per forza, ma se fanno una domanda, nessuno risponde. Boh. Mi odieranno tutti e mi ruberanno la merenda. Me lo sento.

Uffa.

Ciao sono Palla, Kera solo di notte. Facciamo amicizia?

Forse dovrei portare dei dolcetti. Tutti amano i dolcetti.

O forse dovrei smettere di essere così energica, sorridere alla cazzo e porgere la mano a tutti?

Ma io sono felice di vedervi!

Dolcetti. Funzioneranno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...