La favola della bocca senza volto

(6 Febbraio 2013, dal vecchio blog)

La bocca che grida al vento sente sulle labbra l’eco che ritorna.

Che fa un gran giro e ritorna.

Che si sparge e ritorna.

La bocca che grida al vento si nutre di lacrime.

Si secca di sale.

Si morde al rimpianto.

Si arrossa di sangue.

Si stringe di rabbia.

Si strozza ferita.

Tossisce e riprende.

La bocca che grida alla eco aspetta la voce che ritorna.

Di una frase una lettera ritorna.

Forse due.

La bocca che sparge amore al vento.

Che grida AMORE MIO.

Ritorna solo:

IO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...