I miti che si autoperpetuano

Un’interessante osservazione

Il Maschio Beta

I social network come Facebook e Twitter si presentano spesso all’utente come un pulpito virtuale da cui diffondere informazioni, battute ad effetto e, spesso, pretese visioni del mondo. È molto facile, e anche molto umano, rimanere vittime di questo schema e illudersi di poterci creare un nostro seguito di fan adoranti in attesa della nostra esternazione arguta e in apparenza profonda, magari ammantata di critica sociale; un’esternazione che sarà tanto più apprezzata e condivisa quante più persone si riconosceranno in essa.

Tutto questo preambolo per parlare di un argomento su cui ho visto poco materiale in giro e su cui credo quindi di poter spendere qualche parola. Mi riferisco a quelli che potremmo chiamare “miti autoreferenziali”: una persona denuncia una propria esperienza spiacevole e ha la fortuna di trovare molte persone che, avendo vissuto un’esperienza analoga, concordano sul fatto se ne dovrebbe parlare di più, in modo da impedire che…

View original post 1.725 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...