Pokemon Go. Ha stato lui o gli zinghiri?

Io prendo molto i mezzi perché non ho più la macchina, e non posso leggere libri sull’autobus perché mi scappa da vomitare, quindi di solito mentre sono su mi do il burrocacao, il rossetto, controllo l’agenda, leggo velocemente le notizie sulla pagina Ansa tenendo il telefono alto, o il giornale sempre tenendolo alto altrimenti vomito pure così, poi bon, non so più che fare. Magari ascolto della musica ma gli occhi mi restano liberi.
Quindi guardo le persone, che è una delle cose che amo di più.
Stanno guardando lo smartphone. Nessuno che legga il giornale, tutti lo smartphone.
Siccome lo stavo guardando anche io fino a qualche minuto prima, piena di ottimismo guardo i loro schermini: l’80% sta colpendo palline colorate, alcuni scrivono  messaggi e rimangono fissi ad aspettare le risposte guardando lo schermo (ma non ce l’hai la suoneria? Mollalo ogni tanto!), altri scorrono in su e in giù la home di Facebook (cosa che io raramente faccio a casa, figuriamoci sul telefono, dove gli oscurati si mostrano in tutta la loro idiozia). Qualcuno, più raro, scorre le foto sul profilo di qualcun altro.

E questi almeno non fanno danni. Ma poi ci sono quelli che guardano lo schermo mentre guidano la macchina, il motorino, la bicicletta.

E quelli vanno sparati a vista.

Ora è uscito il videogiochino e tutti sono impazziti, oggi addirittura a casa di mia madre (io non ho la tv) sentivo il presidente del Codacons che richiedeva l’oscuramento dell’applicazione, perché distrae la gente.

MA VI SIETE TUTTI RINCOGLIONITI?

Anni fa, quando avevo più tempo da perdere, leggevo camminando. Le tranvate che non ho preso! Pali, stipiti, angoli delle palazzine!
Non libri, non sono così folle. Riviste di musica o cinema. Le compravo poi non riuscivo ad aspettare e le aprivo. E SBAM, stinco contro la panchina.

Era mica colpa delle riviste?
Avrebbero dovuto scriverci sopra “vedi che non si autodistruggerà, puoi aspettare di arrivare a casa e accomodarti sul divano”?
Ritengo di NO. Era colpa mia che non avevo il minimo rispetto nei confronti della mia stessa vita, e facevo cose ben più pericolose che camminare senza guardare la strada.

Quindi, santissima pazienza vieni a me, è colpa del videogiochino se la gente ci gioca in macchina, in motorino, per strade affollate? Ritengo nuovamente di NO.

Il problema non è mai stato nell’esistenza dei video giochi portatili, il problema è nella testa marcia delle persone che si lobotomizzano autonomamente tramite giochini (anche quello brutto delle palline colorate coi suoni fastidiosi), o messaggi del cazzo con le faccine (lanciate con la catapulta, a badilate, una faccina ogni tre parole, brutta miseria), o facendosi i cazzi altrui sui social. Perché sono individui inutili.

Prendersela col giochino se la gente si cappotta con la macchina e uccide 4 innocenti è come prendersela con i sex toys se la gente stupra: i discorsi sono collegati, ma non conseguenti. Il problema della gente che gioca a Pokemon Go ignorando ciò che la circonda e facendo danni è la gente che gioca a Pokemon Go ignorando ciò che la circonda e facendo danni, non Pokemon Go.

Se togli quello ne troveranno un altro di modo per dimostrare di essere un ammasso di cretini.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...