Galanteria = maschilismo benevolo. Facciamo a capirci

Ha suscitato incomprensione e giudizi ignoranti (nel senso di ignorare come la penso in generale) un mio post su Facebook in cui davo dell’incoerente a una ragazza che scriveva ciò:

Posso pagarmi il conto al ristorante ma preferisco che lo faccia tu. Almeno al primo appuntamento.
Non toglierai nulla alla mia femminilità, né tanto meno alla mia emancipazione. Rimarrò indipendente e tosta anche se mi cederai il passo.
Ho due mani ma amo che mi versi da bere anche se posso farlo benissimo da sola.
Sappi che non sono monca. Ma si tratta di un’attenzione che io amo ricevere, specie all’inizio di una frequentazione. Si tratta di te che ti accorgi che ho il bicchiere vuoto, il che significa che stai attento a me. Si tratta di farmi sentire importante e la cosa mi piace. E io farò sentire importante te a tempo debito.
Il giorno dopo andrò a lavorare, guadagnerò, terrò testa ai colleghi, sceglierò cosa mangiare, combatterò perché i miei successi professionali siano attribuiti al mio impegno e non alle mie tette e mi aprirò centinaia di porte da sola.
Questo lo faccio tutti i giorni e non ha niente a che fare con me e te, io che tiro fuori il portafoglio e te che non mi lasci pagare.
Si tratta di attenzioni. E le attenzioni si riservano a chi è importante.
Darmi la tua giacca se ho freddo è una gentilezza che non mi toglierà nulla, al massimo mi farà tornare a casa con la speranza che il corteggiamento non sia una cosa che sogno solo al cinema.
Corteggiamento fa rima con educazione e l’educazione non può passare di moda.

Da dove partire?

Innanzitutto la pretesa che un atteggiamento sia tale SOLO perché una persona è di sesso maschile e brama le nostre virtù è sessismo. Per definizione se ci aspettiamo un comportamento da qualcuno basato sul suo sesso (o genere) questo è sessismo.

Nello specifico ci aspettiamo un atteggiamento da grammatica romantica standard. E la grammatica romantica standard è maschilista. Premettere che una donna sia un soggetto da proteggere (dal freddo, la giacca) sacrificandosi, che sia un oggetto da portare in giro pagando per lei, che sia troppo intuppata per versarsi il vino da sola (non lo puoi versare te a lui? Non sarebbe gentile?) e in generale per FARE LE COSE è maschilismo.
Tutto il corredo di apertura portiera, entrata prima di lei nel locale (dal galateo, per assicurarsi che l’ambiente sia adatto. Non chiedetemi cosa intendano per “adatto”) e tenuta della porta (a lei, e non in generale a chiunque sia dietro di te) è maschilismo.

Pretendere di essere trattata come una cazzo di principessa di cristallo, pretenderlo, non accennare mai ad ESSERE GENTILE oltre che ricevere gentilezze (ammesso che farmi metter via il portafoglio e pagare sia “gentilezza”, CAFONE, il vero gentleman paga senza farsi vedere. Se proprio vuoi pretendere galanteria, signorina fru fru, almeno impara come si fa) è maschilismo  interiorizzato. Benevolo, ma maschilismo.
La nostra cultura è maschilista, è normale che gran parte delle cose lo siano. Come è normale che gran parte delle feste siano pagane, eccetera. Si tratta di cultura e la cultura non nasce così, d’improvviso. È una cosa che si costruisce su dei mattoni precedenti. E i nostri mattoni sono firmati PATRIARCATO. La grammatica amorosa che conosciamo è nata grazie a romanzieri che hanno dipinto un rapporto ideale, ma asimmetrico.

E uscirtene con il tuo lavoro, che tu sei forte e fighissima e hai uno stupendio, ma pretendere di scroccare la cena, non ti fa onore. Sai cosa sarebbe figo? Inviargli un pacco il giorno dopo, con un libro, biglietti per il teatro, qualcosa che hai scoperto gli piace.

SBAM!!! ROMANTICISMO, BITCH!

E non “a tempo debito”, come una promessa di qualcosa che verrà. Certe cose non si dicono, si fanno.

In ultimo.
Ho commentato con questa frase: “Gente che nuoce al femminismo.
Almeno ammetti di essere tirchia o voler fare la mantenuta. Giusto per onestá.”
E per carità non ho nulla contro i tirchi, e nemmeno contro i mantenuti. Buon per loro. Io giudicavo l’incoerenza. Scroccare le cene come pretesa è da tirchi o wannabe mantenuti.
Non vuol dire che io lo veda come una cosa negativa. Negativo è cercare di passare per altro.
Negativo è fare la donna emancipata e poi richiedere vecchie, vecchissime attenzioni da film anni ’50, da favola Disney, da principessina rincoglionita e svenevole, e principe dai gesti plateali.
Guardati dentro, che stai reiterando vecchie grammatiche pretendendo di essere moderna.
Questo intendo dire. Liberiamoci dai gesti che crediamo “romantici” e sanno di muffa patriarcale. Le attenzioni non sono schemi fissi e limitati. Più li pretenderai, più resterai delusa. Perché nel cercare il gesto del versare il vino ti sfuggirà qualcos’altro. Di meno plateale, meno canonico, ma un vero segno di attenzione e premura.

Io sono gentile con tutti. Tengo la porta, chiedo a che piano intende salire chi entra con me in ascensore, cedo il posto in autobus, faccio passare avanti in fila chi ha poca spesa, se non ho fretta. Offro, porto dolci agli amici.
Non pretendo nulla, ma apprezzo. I piccoli gesti, ricordarti che colori amo, che mi piacciono le rane, o che il tale giorno farò qualcosa di importante.
Ma perché pretenderlo solo dagli uomini? Da se stesse no? Dalla gente no?
Perché “versare il vino”? Perché ti ha fatto sognare Humphrey Bogart, o chi per lui? Che banalità.
E la giacca? Non è più premuroso ricordarmi che saremmo in riva al mare, e sarebbe meglio portarmi una maglia? Perché un uomo dovrebbe soffrire il freddo in quanto io sono scurdatizza? Cosa c’è di romantico nel far raffreddare qualcuno?

E perché dico che questa gente nuoce al femminismo? Perché non si interroga sulle dinamiche che si porta dentro. E non c’è niente di peggio, niente di più nocivo di qualcuno che crede di poter fare del femminismo usando codici maschilisti, e senza interrogarsi sulla nascita degli stessi, sul significato.

In ultimissimo: MAI parlerei di prostituzione in termini offensivi. Ho stima delle persone per quello che realizzano, non mi interessa nulla di cosa ne facciano con parti del loro corpo. Ci sono stata dentro, con tutte le scarpe, in quel mondo. Mi è totalmente indifferente il mestiere che fa una persona tranne se uccide o ruba.
Io ho commentato “magari queste persone criticano le prostitute, e poi loro cosa fanno?”

cattura

Non è un giudizio negativo nei confronti delle prostitute. Leggetelo con occhiali trasparenti, non con le lenti piene della merda del pregiudizio.
Per me essere zoccola è una caratteristica come avere gli occhi castani. Direste che sto giudicando male qualcuno, se dicessi che ha gli occhi castani? E fare la prostituta è un mestiere, e dire non non farlo quando lo si fa è ipocrita. Come dire di non essere un partito quando poi si fa il partito è ipocrita. E io non ci casco.
E io quando parlo esagero. Si chiamano IPERBOLI. Ovvio che non intendevo in senso letterale “pretendi di darla solo a chi ti paga la cena”, è un’estensione. Un concetto.
Premesso che non ho alcun pensiero negativo nei confronti della prostituzione, se una persona vede il pagare per lei come attenzione io questo lo vedo molto più vicino alla prostituzione che al romanticismo. E, da ragionamento iniziale, SE, MAGARI, questa gente giudica male le prostitute e poi ci si comporta in maniera simile, l’incoerenza è doppia. Questo significa la mia frase.

Non mi sembrava così complicato da capire. Ma vedo che lo è stato, per qualcuno, quindi mi sono dilungata perché dovrei iniziare gli schemi di Storia dell’Italia Contemporanea ma non ne ho voglia.

Temo che sarà complicato insegnare Discipline letterarie, in un mondo pieno di schemi mentali ristretti. Elasticizzatevi, fatelo per voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...