Chi è l’affittuario dell’utero?

Chi parla di “utero in affitto” ci chiarisce perfettamente la considerazione che ha della donna nel cui corpo quell’utero è inserito: non ci interessa cosa pensa quel cervello a 60 centimetri circa dall’utero, a noi interessa l’utero. L’utero non è tuo, è della comunità perché fa i figli.

E i figli li devi fare per forza se no sei egoista (come se non esistessero le madri diventate tali per egoismo, desiderio di eternarsi, avere un’altra vita da dirigere per ricominciare da capo, o anche solo per mettere a tacere la società) e tanto se vuoi abortire avrai mille ostacoli perché IL TUO UTERO NON È COLLEGATO AL TUO CERVELLO.

Qualunque idea si abbia a riguardo, anche se voleste considerare TUTTE le donne come vittime e NESSUNA autodeterminata, tutte sfruttate e nessuna libera, sarebbe rispettoso utilizzare il termine “Gravidanza Per Altri”, o GPA. Anzi proprio per evidenziare quanto ci teniate a queste donne e quanto le vogliate difendere.
Tutte.
Non solo la parte di esse che vi interessa.

Perché dicendo “Utero in affitto” mettete in chiaro cosa vi interessa davvero. Le parole sono la forma dei pensieri.

A mio avviso anche “maternità surrogata” non è una bella espressione, perché affianca la maternità, l’essere madre, genitore, alla gravidanza e questo è sbagliato. Partorire non rende madre automaticamente, rende puerpera.
Diciamo che è un po’più rispettoso rispetto a “Utero in affitto”, perché per lo meno definisce un soggetto che non è una parte del corpo ma un qualcosa che fai fare a qualcun’altro, la maternità tramite qualcun’altro. Ma la maternità è tante altre cose che possono tranquillamente esistere senza gravidanza e viceversa possono non esistere dopo la gravidanza.

Ma chi ritiene di dover difendere tutte le donne, anche loro malgrado, dovrebbe utilizzare almeno l’espressione “maternità surrogata”. Così, per dare una parvenza di umanità a quello che predica. Per mettere nel soggetto un’esperienza vissuta da una persona, non un pezzo di persona.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...