Biografia

Nata nel 1979 a Londra ma vissuta a Brindisi fino al 1999, quando finalmente ho preso la strada per il mondo. Che per qualche anno ha coinciso con Rimini.

Canto dal 1997, studio canto dal 2001 prima in scuole private poi da autodidatta. Ho seguito corsi con prestigiosi cantanti, foniatri, preparatori vocali (non mi fate dire “Vocal coach”, vi prego). Ho cantato dovunque, dalle Maldive a Campo di Giove (provincia di ?); ho scritto alcuni testi per recital (come “Ops! Mi si è rotto l’orologio biologico!”, monologo a due; “Tu uomo, io donna”, recital sulle vite e i ruoli di genere di Mia Martini e Franco Califano); nonché testi e musiche di canzoni che un giorno eseguirò. Forse.

Insegno canto dal 2013, concentrandomi soprattutto sull’interpretazione e la performance (materie che studio tutt’ora presso la Magistrale in Scienze dello spettacolo) ma non tralasciando igiene vocale, ear training, tecnica e informazioni basilari sull’anatomia dell’apparato fonatorio.

Mi sono laureata nel 2014 in “Progettazione e gestione delle attività culturali”, dip. Lelia, con una tesi in Gender studies dal titolo “Performativo e riconoscimento nella filosofia di Judith Butler“. Ma prima ho frequentato due anni di “Culture e tecniche del costume e della moda” e sostenuto l’esame per il patentino da Proiezionista cinematografico analogico e digitale.

Nel Gennaio 2015 creo un progetto attualmente sospeso di analisi di personaggi letterari-drammaturgici-cinematografici che escano dagli stereotipi: Il Principio di Jo

Attualmente, quasi concluso il percorso accademico (e includendo gli esami integrativi per l’abilitazione all’insegnamento), sono in fase di stesura della mia seconda tesi in Gender studies, stavolta attorno alla ricostruzione del ruolo del padre come dipinto nei film e telefilm. Nel frattempo proseguo con il mio progetto di applicazione degli Studi di genere alle arti performative, nella prospettiva di diventare un punto di riferimento esperto per i creatori di Cultura, affinché possano giovare delle mie conoscenze nella costruzione di eventi, festival, rassegne a tema che eludano la retorica e gli stereotipi.

Scrivo saltuariamente per il sito Debunking, correggo testi, studio il basso elettrico e l’ukulele. Nel tempo libero… niente, non ce l’ho il tempo libero.

Ma posso occuparmi in progetti interessanti se vorrete proporli scrivendo qui: kera@hotmail.it